Crespelle con spinaci e tofu alla curcuma e curry

Crespelle con spinaci e tofu alla curcuma e curry.

Naturalmente vegan…senza uova!

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

In questi giorni sto cucinando per il corso di permacultura che si tiene alla scuola agricola di Mezzana, qui a Balerna.

I vegani sono pochissimi, per lo più vegetariani ed onnivori.

La cosa che amo di più è proprio cucinare per loro, per fargli scoprire quanto sia buono mangiare senza derivati animali.

E quando proprio gli onnivori sono quelli che gradiscono di più io sono felice.

Magari non smetteranno di cibarsi di alcune cose, ma conoscere alimenti e metodi di cottura diversi potrà certamente ampliare il loro menù abituale e potranno ridurre il consumo dei derivati animali.

E così oggi ho preparato delle crespelle senza uova che sono davvero andate a ruba!!!

Ingredienti per 6/8 Crespelle con spinaci e tofu alla curcuma e curry

Per le crespelle:

  • 125 gr farina di riso o mais o grano saraceno
  • 85 gr farina di ceci
  • 40 gr farina di lupini
  • acqua gr 750
  • Sale qb
  • Prezzemolo

Per il ripieno:

Procedimento

Per prima cosa preparare la pastella mescolando molto bene le farine con l’acqua e lasciar e riposare da un minimo di 30 minuti fino ad anche 24 ore, più riposa meglio è.

Preparare il ripieno scaldando in una padella antiaderente dell’olio evo con 2 spicchi di aglio.

Aggiungere gli spinaci ben lavati e strizzati (attenzione agli schizzi di acqua e olio), lasciare appassire e rilasciare tutta la loro acqua, poi salare, mescolare bene e tenere da parte.

Pulire quindi la padella con della carta, aggiungere altro olio e sbriciolare il tofu con le mani (deve sembrare uovo strapazzato).

Fare soffriggere un paio di minuti, sfumare con il Tamari e poi aggiungere le spezie.

Unire quindi il tofu agli spinaci e mettere da parte.

A questo punto prendere la pastella dal frigo, salare a piacere ed aggiungere del prezzemolo, mescolare bene.

Scaldare la padella, ungendola pochissimo con un pennello, versare da 1 a 2 mestoli di composto, a dipendenza della grandezza della padella.

Cuocere alcuni minuti, finché la crêpe si staccherà facilmente, girarla e cuocere un altro minuto.

Continuare in questo modo fino l’esaurimento di tutta la pastella.

Ora possiamo farcire le crespelle con il ripieno di tofu e spinaci, arrotolare bene e tagliare in 2 metà.

Servire fredde o calde.

Annunci

Lasagne con ragù di lenticchie e besciamella ai funghi

Lasagne con ragù di lenticchie e besciamella ai funghi

Un grande classico che piace davvero a tutti

Alzi la mano chi non ama le lasagne!!

Il piatto della domenica per eccellenza, delle feste, delle occasioni in famiglia.

Oggi in particolare ho cucinato per un gruppo di colleghi, i colleghi di un vegano, che ha voluto fare assaggiare loro quanto buono può essere mangiare senza derivati animali.

E per soddisfare 15 onnivori incalliti non potevo scegliere di meglio che le lasagne, che mettono sempre tutti d’accordo.

Ingredienti x 6 persone Lasagne con ragù di lenticchie e besciamella ai funghi:

Per la pasta:

  • Farina di farro 430 gr
  • acqua bollente 170 gr
  • curcuma o zafferano qb

Per il ragù:

  • Lenticchie rosse decorticate gr 250
  • Passata di pomodoro 500 ml
  • cipolla 1
  • carota 1
  • sedano 1 gambo grande
  • olio Evo qb
  • salsa di soia qb
  • vino rosso 1/2 bicchiere
  • alloro 3 foglie
  • sale e pepe qb
  • acqua 250 ml

Per la besciamella:

  • Anacardi 200 gr
  • funghi champignon 250 gr
  • lievito alimentare in scaglie 1 cucchiaio
  • acqua qb
  • sale pepe noce moscata

Procedimento:

Per iniziare a fare le nostre lasagne prepariamo la pasta, useremo l’acqua bollente, quindi assolutamente necessario impastare  con la planetaria o bimby.

L’acqua bollente permette di avere una migliore maglia glutinica ed un’elasticità simile alla pasta all’uovo.

Mettere la farina e la curcuma nella planetaria, velocità 1, versare l acqua un po’ per volta ed impastare fino a che l’impasto sale sul gancio, lasciare riposare in frigo.

Mentre la pasta riposa si prepara il ragù,ma prima mettiamo in ammollo gli anacardi..

Cuocere le lenticchie per 20/30 minuti in acqua per il doppio del loro volume,

A parte, in un pentola alta, soffriggere le verdure tagliate a dadini regolari di 5mm, quando ben dorate insaporire con un paio di cucchiai di salsa di soia ed infine sfumare con il vino rosso.

A questo punto aggiungere le lenticchie precedentemente lessate, lasciare leggermente insaporire e poi unire la salsa di pomodoro e l’acqua nella stessa quantità, oltre alle foglie di alloro.

Lasagne con ragù di lenticchie e besciamella ai funghi

Lasciare cuocere a fuoco lento per circa 1 oretta, se necessario aggiungere altra acqua, dopo circa 45 minuti regolare di sale.

In un’altra padella scaldare 1 cucchiaio di olio e saltare i funghi tagliati a fette finché ben dorati.

Intanto che  cuce il ragù prepariamo la besciamella, frullando gli anacardi ammollati con il lievito alimentare, i funghi, un pizzico di sale pepe e noce moscata, e versando poca acqua per volta fino a ottenere la consistenza cremosa tipica della besciamella.

A questo punto si può stendere la pasta, non troppo sottile, teniamo uno spessore di 1.5mm/2mm tagliarla in base alla misura della teglia e cuocerla in abbondante acqua salata per un paio di muniti o finché viene a galla.

E ora si possono comporre le lasagne alternando uno strato di pasta, con uno di ragù ed in fine qualche cucchiaiata di besciamella.

Sullo strato finale stendere la besciamella uniformemente, cuocere in forno preriscaldato a 200° per 40/45 minuti, per finire una bella grattugiata di >>formaggio stagionato vegano<<.

La Sfida di Adam… veganizzare il Vitel Tonné

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Sfida di Adam… veganizzare il Vitel Tonné

Oggi è un giorno speciale…è salpata di nuovo >>l’Arca di Eva<<

La magnifica iniziativa di >>E.V.A. – Aida Vittoria Eltanin<< che da anni ormai traghetta migliaia di onnivori e vegetariani verso l’Eden vegano.

Un gruppo in cui per alcuni giorni vengono dati tutti i consigli pratici, culinari e medici (grazie agli interventi di numerosi esperti e professionisti della salute) per intraprendere nel modo più semplice possibile il percorso vegan.

Durante questo traghettamento viene sempre proposta una sfida…. La Sfida di Adam (il compagno di E.V.A.), ovvero veganizzare un piatto della tradizione.

E quest’anno la Sfida consiste nel realizzare una versione Vegan del Vitel Tonné… mi sono subito messa all’opera 😀

Ingredienti per 4 porzioni di Vitel Tonné vegan:

  • 12 fette di sedano rapa dello spessore di circa mezzo cm
  • 100 gr di ceci
  • 1/2 cucchiaino di fiocchi di alghe nori (o 1 pezzetto molto piccolo di alghe a piacere)
  • 2 cucchiai di capperi dissalati + altri per la guarnizione
  • 2 cucchiai di aqaufaba
  • 1/2 cucchiaio di succo di limone

Per il brodo:

  • 2 lt di acqua
  • 1 carota+1 costa di sedano+1 cipolla piccola
  • 3 foglie di alloro
  • 4 bacche di gnipro
  • 3 chiodi di garofano
  • pepe

//rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?lt1=_blank&bc1=000000&IS2=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=ladyshop02-21&o=29&p=8&l=as4&m=amazon&f=ifr&ref=as_ss_li_til&asins=1545117772&linkId=5127b54d267b10956123adb222231993

Procedimento:

La ricetta è facilissima e velocissima, il passaggio più lungo è cuocere il brodo.

Dunque, per prima cosa mondare le verdure e metterle insieme a tutti gli altri ingredienti per il brodo ed alle fette di sedano rapa, in una pentola di acqua fredda, portare a bollore e poi abbassare la fiamma e lasciare sobbollire per 20 minuti.

Quando il brodo è pronto filtrarlo, prelevarne 1 mestolo ed il resto conservarlo per ulteriori preparazioni, come risotti etc.

In un piccolo frullatore inserire i ceci, le alghe, i 2 cucchiai di capperi, il succo di limone ed il mestolo di brodo, frullare un paio di minuti in modo da avere una crema densa e liscia.

Travasare quindi il composto in una ciotola, montare a neve l’acqua di governo della scatoletta dei ceci (guarda il video per vedere come fare)

Poi aggiungere 2 cucchiai di aquafaba alla crema di ceci e capperi e mescolare delicatamente dal basso verso l’alto per incorporarla completamente.

Con l’aquafaba rimasta potete realizzare delle meringhe come nel video 😉

Disporre 3 fettine di sedano rapa sul piatto e decorare con la salsa  e qualche cappero.

Servire preferibilmente freddo.

Questa ricetta è anche dietetica, infatti non contiene nessun grasso aggiunto e nemmeno sale aggiunto (eccetto quello dei capperi…che sono comunque da lavare molto bene).

 

 

Curry di lenticchie rosse e riso integrale

Curry di lenticchie rosse e riso integrale

Oggi vediamo insieme una ricetta tipica indiana, che nasce già vegana.

L’unica cosa da fare è eliminare l’olio per renderla light ed adatta alla nostra Carbs’ Revolution, ed eventualmente personalizzarla.

vai al sito macrolibrarsi

Curry di lenticchie rosse e riso integrale

Gli ingredienti di questa ricetta sono per 2-3 persone…anche se io mi sono mangiata tutto sa sola…ma non diciamolo troppo in giro ahahaha.

Il latte di cocco è parecchio grasso, ma innanzitutto è un grasso più naturale rispetto a quello di un olio poiché meno raffinato e non aggiungendo altri grassi il piatto rimane comunque abbastanza bilanciato con le proporzioni 80% carboidrati, 10% proteine, 10% grassi ideale per uno stile alimentare salutare.

Quello che è importante è in ogni caso mantenere le percentuali rispetto al cibo ingerito durante tutta la giornata e non in un solo pasto.

20170821_132938

Ingredienti per 3 porzioni Curry di lenticchie:

(kcal 428 a porzione – 74% Carboidrati, 17% proteine, 9% grassi)

  • 1 tazza lenticchie rosse
  • 1 cipolla rossa
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 >>lattina piccola di latte di cocco<< (formato ridotto)
  • 1/2 cavolo bianco
  • 1/2 tazza passata di pomodoro
  • 2 cucchiaini curry
  • 1 cucchiaino peperoncino
  • 1 tazza riso bollito
  • 2 tazza acqua
  • 1 cucchiaino miso
  • prezzemolo

 

Report

Procedimento:

Affettare sottilmente la cipolla e l’aglio e metterli in una pentola, insieme alle lenticchie ed al latte di cocco, unire il cavolo, curry e peperoncino, la passata di pomodoro e l’acqua.

Portare a bollore e cuocere a fuoco basso per circa 30 minuti, verso fine cottura aggiungere il riso in modo che si scaldi e si amalgami insieme al resto degli ingredienti.

A fine cottura togliere dalla fiamma e aggiungere il miso sciolto in un goccio di acqua e mescolare bene, aggiungere il prezzemolo e servire.

20170821_134937

Pane o pizza? Meglio entrambi

Pane o pizza? Meglio entrambi

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Chi è che non ama la pizza? Un alimento che mette d’accordo tutti!

Anche nelle pizzerie sempre più spesso si trova ormai per fortuna l’impasto fatto con la farina integrale, anche all’Osteria Ristorante Bar Ideal dove lavoro (infatti devo ringraziare il mio collega pizzaiolo per questa ricetta);

Continua a leggere “Pane o pizza? Meglio entrambi”