Crespelle con spinaci e tofu alla curcuma e curry

Crespelle con spinaci e tofu alla curcuma e curry.

Naturalmente vegan…senza uova!

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

In questi giorni sto cucinando per il corso di permacultura che si tiene alla scuola agricola di Mezzana, qui a Balerna.

I vegani sono pochissimi, per lo più vegetariani ed onnivori.

La cosa che amo di più è proprio cucinare per loro, per fargli scoprire quanto sia buono mangiare senza derivati animali.

E quando proprio gli onnivori sono quelli che gradiscono di più io sono felice.

Magari non smetteranno di cibarsi di alcune cose, ma conoscere alimenti e metodi di cottura diversi potrà certamente ampliare il loro menù abituale e potranno ridurre il consumo dei derivati animali.

E così oggi ho preparato delle crespelle senza uova che sono davvero andate a ruba!!!

Ingredienti per 6/8 Crespelle con spinaci e tofu alla curcuma e curry

Per le crespelle:

  • 125 gr farina di riso o mais o grano saraceno
  • 85 gr farina di ceci
  • 40 gr farina di lupini
  • acqua gr 750
  • Sale qb
  • Prezzemolo

Per il ripieno:

Procedimento

Per prima cosa preparare la pastella mescolando molto bene le farine con l’acqua e lasciar e riposare da un minimo di 30 minuti fino ad anche 24 ore, più riposa meglio è.

Preparare il ripieno scaldando in una padella antiaderente dell’olio evo con 2 spicchi di aglio.

Aggiungere gli spinaci ben lavati e strizzati (attenzione agli schizzi di acqua e olio), lasciare appassire e rilasciare tutta la loro acqua, poi salare, mescolare bene e tenere da parte.

Pulire quindi la padella con della carta, aggiungere altro olio e sbriciolare il tofu con le mani (deve sembrare uovo strapazzato).

Fare soffriggere un paio di minuti, sfumare con il Tamari e poi aggiungere le spezie.

Unire quindi il tofu agli spinaci e mettere da parte.

A questo punto prendere la pastella dal frigo, salare a piacere ed aggiungere del prezzemolo, mescolare bene.

Scaldare la padella, ungendola pochissimo con un pennello, versare da 1 a 2 mestoli di composto, a dipendenza della grandezza della padella.

Cuocere alcuni minuti, finché la crêpe si staccherà facilmente, girarla e cuocere un altro minuto.

Continuare in questo modo fino l’esaurimento di tutta la pastella.

Ora possiamo farcire le crespelle con il ripieno di tofu e spinaci, arrotolare bene e tagliare in 2 metà.

Servire fredde o calde.

Annunci

Lasagne con ragù di lenticchie e besciamella ai funghi

Lasagne con ragù di lenticchie e besciamella ai funghi

Un grande classico che piace davvero a tutti

Alzi la mano chi non ama le lasagne!!

Il piatto della domenica per eccellenza, delle feste, delle occasioni in famiglia.

Oggi in particolare ho cucinato per un gruppo di colleghi, i colleghi di un vegano, che ha voluto fare assaggiare loro quanto buono può essere mangiare senza derivati animali.

E per soddisfare 15 onnivori incalliti non potevo scegliere di meglio che le lasagne, che mettono sempre tutti d’accordo.

Ingredienti x 6 persone Lasagne con ragù di lenticchie e besciamella ai funghi:

Per la pasta:

  • Farina di farro 430 gr
  • acqua bollente 170 gr
  • curcuma o zafferano qb

Per il ragù:

  • Lenticchie rosse decorticate gr 250
  • Passata di pomodoro 500 ml
  • cipolla 1
  • carota 1
  • sedano 1 gambo grande
  • olio Evo qb
  • salsa di soia qb
  • vino rosso 1/2 bicchiere
  • alloro 3 foglie
  • sale e pepe qb
  • acqua 250 ml

Per la besciamella:

  • Anacardi 200 gr
  • funghi champignon 250 gr
  • lievito alimentare in scaglie 1 cucchiaio
  • acqua qb
  • sale pepe noce moscata

Procedimento:

Per iniziare a fare le nostre lasagne prepariamo la pasta, useremo l’acqua bollente, quindi assolutamente necessario impastare  con la planetaria o bimby.

L’acqua bollente permette di avere una migliore maglia glutinica ed un’elasticità simile alla pasta all’uovo.

Mettere la farina e la curcuma nella planetaria, velocità 1, versare l acqua un po’ per volta ed impastare fino a che l’impasto sale sul gancio, lasciare riposare in frigo.

Mentre la pasta riposa si prepara il ragù,ma prima mettiamo in ammollo gli anacardi..

Cuocere le lenticchie per 20/30 minuti in acqua per il doppio del loro volume,

A parte, in un pentola alta, soffriggere le verdure tagliate a dadini regolari di 5mm, quando ben dorate insaporire con un paio di cucchiai di salsa di soia ed infine sfumare con il vino rosso.

A questo punto aggiungere le lenticchie precedentemente lessate, lasciare leggermente insaporire e poi unire la salsa di pomodoro e l’acqua nella stessa quantità, oltre alle foglie di alloro.

Lasagne con ragù di lenticchie e besciamella ai funghi

Lasciare cuocere a fuoco lento per circa 1 oretta, se necessario aggiungere altra acqua, dopo circa 45 minuti regolare di sale.

In un’altra padella scaldare 1 cucchiaio di olio e saltare i funghi tagliati a fette finché ben dorati.

Intanto che  cuce il ragù prepariamo la besciamella, frullando gli anacardi ammollati con il lievito alimentare, i funghi, un pizzico di sale pepe e noce moscata, e versando poca acqua per volta fino a ottenere la consistenza cremosa tipica della besciamella.

A questo punto si può stendere la pasta, non troppo sottile, teniamo uno spessore di 1.5mm/2mm tagliarla in base alla misura della teglia e cuocerla in abbondante acqua salata per un paio di muniti o finché viene a galla.

E ora si possono comporre le lasagne alternando uno strato di pasta, con uno di ragù ed in fine qualche cucchiaiata di besciamella.

Sullo strato finale stendere la besciamella uniformemente, cuocere in forno preriscaldato a 200° per 40/45 minuti, per finire una bella grattugiata di >>formaggio stagionato vegano<<.

Pasta golosa con asparagi patate e pomodori secchi

Pasta golosa con asparagi patate e pomodori secchi

Il primo piatto dopo il corso alla Joia Academy.

Per 1 settimana sono rimasta immersa a 360° nella meravigliosa routine del corso professionalizzante di secondo livello al Joia.

Quando la sera tornavo a casa però non ho quasi mai mangiato perché sazia di tutto ciò che avevamo preparato durante il giorno.

Oggi ho finalmente ripreso in mano le redini della mia cucina, piena di entusiasmo e di voglia di mettere in pratica le tecniche studiate in questi giorni.

Allo stesso tempo una persona che mi segue su Facebook mi ha chiesto la ricetta di una pasta golosa, ed è da quella richiesta che nasce questo piatto.

In realtà tutto è nato discutendo di indice glicemico e di alimentazione vegetale come cura per il diabete di tipo 2.

Essendo stata via da casa per 1 settimana la dispensa piangeva un pochino, quindi non ho potuto realizzare un piatto che, se pur non ideale, possa essere adatto anche ad un diabetico.

Comunque la cosa importante per evitare picchi glicemici troppo lunghi e pericolosi è quella di ridurre al minimo l’uso di olio, se non eliminarlo completamente.

Quindi descriverò la ricetta di questa Pasta golosa con asparagi patate e pomodori secchi come l’ho realizzata, ma dando anche delle alternative per renderla adatta anche per chi ha problemi di diabete o insulino-resistenza.

Ingredienti per Pasta golosa con asparagi patate e pomodori secchi per 2 persone:

  • Pasta senza glutine 200 gr (pasta 100% di lenticchie per diabetici)
  • Asparagi 8 medi
  • Patate 2 medie (sostituirle con cavolfiore per diabetici)
  • Sedano rapa 1/2 piccolo
  • Cipollotto 3 cm
  • Pomodori secchi 6 metà
  • Nocciole tostate 10-15
  • Semi di finocchio qb
  • Noce moscata la punta di un cucchiaino
  • Sale qb
  • Olio 2 cucchiaini (opzionale, in caso di diabete consiglio di non usarlo)
  • Foglioline di menta per decorare
  • Zest di limone o arancia

Procedimento:

Per prima cosa lavare bene le verdure, pulire gli asparagi tagliando le punte, che vanno sbollentate 3 minuti in acqua salata e poi raffreddate in acqua salata fredda.

Con un pela patate pelare i gambi degli asparagi, pararli rendendoli quadrati e tenere da parte gli scarti e poi sbollentarli per 2 minuti con lo stesso procedimento delle punte.

Quindi tagliare i gambi a cubetti di 5mm e mettere da parte.

Allo stesso modo tagliare le patate (o i cavolfiori) sempre a cubetti regolari di 5mm.

I resti tagliari molto sottilmente e unirli agli scarti degli asparagi.

Pasta golosa con asparagi patate e pomodori secchi

Tagliare fine anche il sedano rapa, unirlo agli scarti di patate e asparagi, aggiungere dell’acqua e frullare ad alta velocità per ottenere una crema liscia ed acquosa.

A questo punto mettere il composto sul fuoco e farlo ridurre finché diventa leggermente cremoso, circa 10 min.

In cottura aggiungere semi di finocchio e regolare di sale, alla fine aggiungere anche la noce moscata, travisare in un contenitore freddo e lasciare raffreddare.

Nel frattempo scaldare in una padella l’olio, oppure a secco, soffriggere il cipollotto, se non si usa l’olio stufare il cipollotto aggiungendo poca acqua per volta.

Aggiungere le patate (o cavolfiori), gli asparagi e le punte, stufare senza aggiungere acqua, ma abbassando la fiamma se si attaccano al fondo, finché ben dorati e morbidi.

In ultimo aggiungere i pomodori secchi tagliati fini e scaldare per 1 minuto.

Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, nel frattempo tagliate le nocciole al coltello e farne una granella.

Scolare la pasta ed unirla alla dadolata di verdure, aggiungendo una parte della crema e amalgamare bene.

Versare alcune cucchiaiate di salsa sul fondo di un piatto, adagiarvi sopra la pasta condita, decorare con le punte di asparagi, la granella di nocciole, le foglioline di menta e lo zest di limone o arancia.

Il mio ragù di soia cruelty free

Il mio ragù di soia cruelty free

Il Ragù etico e pieno di gusto che non ti farà rimpiangere l’assenza della carne

Prima di diventare vegana non cucinavo quasi mai, la maggior parte dei miei pasti era composta da piatti pronti surgelati o affettati, l’unica cosa che veramente cucinavo bene era il ragù di cui ero ghiotta.

Eliminando la carne dalla mia alimentazione non potevo però rinunciare al MIO RAGU’, dopo vari tentativi con il granulare di soia che però non mi soddisfaceva mai del tutto, ho finalmente scoperto il macinato di soia.

Qui in Svizzera lo vendono alla coop, marca Délicorn, in Italia invece lo fa la Sojasun, e così è nato Il mio ragù di soia.

Purtroppo non è gluten free, ma contiene pochissimo glutine e riesco a sopportarlo molto bene, quindi non ci rinuncio!!!

Il mio ragù di soia

Ingredienti

  • 1/2 cipolla
  • 1 gambo di sedano
  • 1 carota in
  • olio EVO q.b.
  • 400 gr macinato di soia oppure 200 gr >>granulato di soia<<
  • 1 lt salsa di pomodoro
  • ½ bicchiere vino rosso
  • curry q.b.
  • dado home made, oppure sale q.b.

Procedimento

Soffriggere cipolla sedano e carota in un filo d’olio, aggiungere 2 confezioni di macinato di soia, curry e sfumare con il vino, quando è evaporato aggiungere la salsa di pomodoro ed il dado fatto in casa.

Cuocere per 1 oretta a fuoco basso, regolare di sale se serve.

Utilizzare il ragù sulla pasta o per fare una gustosa lasagna o pasta al forno……oppure anche solo con un po’ di pane…..da leccarsi i baffi!!!